Il racconto di quello che si è sperimentato con i ragazzi dell’ACR nel ritiro a Sorbolongo (Sant’Ippolito) dello scorso 6 e 7 aprile

Al nostro arrivo, Sorbolongo era avvolta dal sole ed il clima era decisamente primaverile. Senza ulteriori indugi, ci siamo quindi sistemati in casa e abbiamo dato inizio alle attività. Ai ragazzi, per l’occasione, è stato affiancato un compagno di viaggio molto speciale: il Piccolo Principe, tratto dall’omonimo romanzo di Antoine de Saint-Exupéry, del quale sono stati letti alcuni estratti. Le attività del primo giorno erano quindi incentrate sulla scoperta e ricerca della rosa, con la quale il Piccolo Principe ha un rapporto particolare, il quale ci ha permesso di riflettere assieme ai ragazzi su un tema molto importante: l’amicizia, partendo dalle relazioni che finora hanno intessuto i ragazzi e cercando di fare in modo che nessuna di queste divenga di “serie B”. Naturalmente dopocenPiccolo Principea non poteva mancare un avvincente gioco notturno alla scoperta del piccolo borgo di in cui ci trovavamo.

Eccoci quindi al secondo ed ultimo giorno di questa nostra esperienza insieme; subito dopo colazione abbiamo letto l’ultimo brano della nostra storia, seguito da un breve momento di confronto nel quale abbiamo cercato di trarre le conclusioni. In questo, non poteva aiutarci meglio l’esperienza di Gesù che, con il suo Vangelo, ricorda che “non c’è amore più grande che dare la vita per i propri amici”. Infine ciascun ragazzo ha costruito la propria rosa, scrivendo sui suoi petali ciò che più lo aveva colpito e ciò che si sarebbe “portato a casa” da questo ritiro. Nell’immediato dopopranzo, dopo aver accuratamente risistemato e ripulito il nostro alloggio, abbiamo celebrato la Santa Messa con don Mauro e i genitori che ci hanno voluto raggiungere.

Questo breve ritiro è stato un’ottima occasione per passare un fine settimana diverso dal solito e per staccare un po’ dalla routine quotidiana; una sorta di “prova generale” per il campo scuola, insomma, che quest’anno si terrà dal 22 al 27 luglio a Castelcavallino di Urbino, al quale sono ovviamente invitati tutti i ragazzi e le ragazze!

Irene Mulazzani, responsabile parrocchiale ACR