21-26 Luglio 2014 – Campo Scuola a Miratoio

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
CAMPO SCUOLA A MIRATOIO
[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
Campo bagnato… campo fortunato (speriamo) – Primo giorno

21 luglio 2014 - Primo giornoAccoglienza piovosa oggi a Miratoio, ma il rituale della “danza del sole” ha scacciato i nuvoloni e ci ha permesso di iniziare con slancio le nostre attività.

Anche quest’anno abbiamo avuto un ospite inatteso: il famosissimo archeologo Indiana Jones, che, intenzionato a riscoprire le Indie, si è invece imbattuto nella misteriosa tribù dei Pennabilli. Si dice che questo popolo sia custode di un grande segreto, qual è la possibilità di viaggiare nel tempo.
Vi terremo aggiornati sugli sviluppi della situazione.
[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
Lettere dal fronte – Secondo giorno

22 luglio 2014 - Secondo giornoMentre stiamo per scrivervi queste poche righe, il pensiero corre alla scorsa notte… e che notte! Comodi nei letti, camere profumate, bambini tranquilli che dormono come angioletti. O forse no: diciamo che il pigiama-party ci è sfuggito di mano.
Nella giornata di oggi, dedicata al tema della condivisione, i ragazzi più grandi hanno cercato di approfondire le loro relazioni, superando pregiudizi e chiusure, mentre i bambini hanno “giocato con San Paolo” per capire lo stile della comunità cristiana. Dopo cena finalmente hanno preso il via le grandi sfide notturne, l’atteso piatto forte del campo scuola.
Continuano inoltre le avventure nel tempo del famoso Indiana Jones, oggi alle prese niente meno che con Cesare e Cleopatra.
[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
Pregare, non solo per il sole – Terzo giorno

23 luglio 2014 - Terzo giorno

La giornata dedicata al Creato non poteva iniziare, se non con un avvolgente abbraccio anche da parte del cielo e delle sue nuvole. Ma gli educatori non si sono persi d’animo, creando soluzioni alternative, almeno fino a quando non è tornato il sole. Poi tutto da programma: giochi e attività all’aperto, preghiera e, per concludere, grande caccia al tesoro notturna.
E Indiana Jones? Ormai è diventato un ospite fisso e, nel suo vagabondare attraverso i secoli, oggi ha incrociato la ramazza (ops, la spada…) con Artù di Camelot.
[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
Miratoio’s got talent – Quarto giorno

24 luglio 2014 - Quarto giorno

Dato che, dalle finestre, il panorama che si vede è quello di un’estate bizzarra e piovosa, per trovare un vero “sole”, abbiamo deciso di guardare dentro di noi e scoprire ciò che illumina e rende bella la vita. In ognuno brilla un tesoro di talenti, che deve essere speso senza paura nelle relazioni con gli altri, nello sport, nello studio. Cosa non sempre facile e allora è necessario fermarsi per riconciliarsi con se stessi e i fratelli. Oggi abbiamo dato spazio a questi due aspetti da vivere in comunità, ma dopo riflessioni così serie, ci siamo finalmente scatenati nel gioco.
Proseguono le incursioni nel passato del mitico Indiana Jones, da ieri ospite a Camelot: Artù ha perso Excalibur e, per ritrovarla, ha chiesto aiuto al nostro eroe. Riuscirà a riportare la spada al re? Noi nutriamo qualche dubbio…
[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
Indovina chi viene a cena? – Quinto giorno

25 luglio 2014 - Quinto giorno

Questa giornata è stata dedicata al pane: pane come alimento, pane per il sacramento, pane come simbolo di condivisione. Ma a cena abbiamo mangiato la pizza! Anche questa frutto di un lavoro di “comunità” perché, come vuole una ben consolidata tradizione, a preparare l’impasto sono stati gli stessi ragazzi. Al tramonto, la nostra piccola comunità si è poi riunita attorno all’Eucaristia, per celebrare la conclusione di questo cammino fatto insieme.
E Indiana Jones? Anche la sua missione si è conclusa. Il mistero della sparizione di Excalibur è stato risolto, ma il colpevole non era il maggiordomo, bensì mago Merlino. Ci auguriamo che ora il famoso archeologo possa tornare presto a casa, come faremo noi domani. Sempre che non ci venga a trovare sotto l’ombrellone.
[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

VEDI LA GALLERIA DI FOTO

[/av_textblock]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *