15 Novembre 2010 – C’è di +. Il mondo ci chiama… (AC a Roma il 20 ottobre)

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

A ROMA. «Eravamo bellissimi. Il mondo già ci chiama a rendere ragione della nostra fede». Così si legge in una nota diffusa dalla Presidenza nazionale di Azione Cattolica dopo l’evento del 30 ottobre a Roma. “C’è di più”, questo il titolo di un incontro unico, che rimarrà nel cuore, in cui centomila ragazzi, giovani, educatori e sacerdoti si sono incontrati a Piazza San Pietro in un appuntamento che da anni era stato sospeso, ma che – visti i risultati di questa edizione – si può dire che era atteso e desiderato dai giovani di ogni parte di Italia.
Anche il Papa, nella sua udienza del mattino, ha manifestato grande felicità per la numerosa partecipazione. L’Azione Cattolica, rappresentata dal presidente nazionale Franco Miano, ha portato il suo saluto a Benedetto XVI, ricordando il legame che lega questa associazione di laici alla Chiesa nella concretezza della quotidianità: «Diventare grandi insieme – ha detto il presidente Miano riprendendo lo slogan dell’incontro – significa sapere che la mia testimonianza si moltiplica se si unisce all’impegno degli altri». Tre sono state le questioni a cui il Papa ha dovuto rispondere, proposte rispettivamente da un ragazzo dell’ACR, da un giovanissimo e da un educatore. Inevitabile è stato il riferimento, da parte di Benedetto XVI, agli Orientamenti pastorali sull’educazione da poco pubblicati dall’episcopato italiano. Nel rispondere a queste domande, lo stesso Papa ha voluto concedersi alcune evasioni dal discorso preparato, proponendo ai presenti qualche pensiero circa la sua infanzia: «Nella mia classe, sebbene fossi uno dei più piccoli, tanto più ho avuto il desiderio di essere molto grande, non solo di statura, ma volevo fare qualcosa di più della mia vita».

Nel pomeriggio, i momenti di festa dislocati nel centro di Roma, precisamente a Piazza di Siena e Piazza del Popolo, hanno dato la possibilità di conoscersi, agganciare nuovi rapporti e confrontarsi su un unico cammino educativo consolidato nel tempo, qual è quello dell’Azione Cattolica Italiana.

da Il nuovo amico

n. 40 del 14 novembre 2010

Della nostra parrocchia siamo partiti ben in 22, educatori e animatori compresi. Guarda le foto: clicca qui.

[/av_textblock]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *